Questo sito utilizza i cookie. Utilizziamo i cookie per permettere una migliore esperienza di navigazione. Cliccando ok, continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie. Per saperne di più

di Graziella Ferrara

Il territorio dei Nebrodi e l’intera  diocesi di Patti è ricca di una vasta produzione scultorea, tra il Cinquecento e il Seicento, ad opera della famiglia dei Gagini. Tale produzione registra la realizzazione di oltre trenta statue di Madonne, di quattordici tipologie diverse, disseminate tra  una ventina di paesi,uno dei quali è Ficarra.

Opera di Antonello Gagini, figlio dello scultore Domenico, è una Annunciazione del 1507: scultura di esili proporzioni e di raffinata definizione nel panneggio. Questa piccola Madonna è la patrona del paese. Attribuita al figlio Antonio è una Madonna con Bambino o, di Loreto, datata 1544. L’immagine deve la resa espressivo-emotiva all’elegante corpo, disegnato entro un virtuosistico gioco delle pieghe del manto. La Madonna si inflette spingendo in avanti la gamba destra, trattiene sul braccio opposto la figura di Gesù bambino, anch’esso avvolto dal panneggio  della veste, mentre compie il gesto di porgere al Figlio un frutto che lo stesso si accinge a raccogliere. L’intera statua è finemente dipinta sulle vesti e sui volti. La base scolpita a bassorilievo presenta sul davanti un Presepe ed ai lati un’Annunciazione ed uno Stemma.

 Del 1575 è la statua della Madonna delle Grazie che i documenti fanno risalire a Rinaldo Bonanno. Caratteristica principale dell’opera è la ricercata tendenza all’effetto pittorico che rimanda con timidi accenni a forme prebarocche.

Il patrimonio artistico locale è, inoltre, evidenziato dalle pregiate opere lignee, fra le quali un Crocifisso del XV sec., recentemente ripulito, e le maestose figure del Padre Eterno, del tardo Quattrocento, e di San Michele Arcangelo del XVII sec. Le tre sculture rivelano l’allontanamento dai modi propri della statuaria rinascimentale a favore di un   realismo, esplicito in alcuni particolari dei volti e nell’accentuato colorismo delle immagini.

Graziella Ferrara

Orario delle Sante Messe

Festivo:

Ore 8.15 San Giovanni
Ore 9.45 Matini

Ore 11,00 Chiesa della Badia
Ore 18.30 Chiesa Madre

Feriale:

Ore 18.00 Chiesa Madre

 

*Orario dal  11-04-2017

Santo del giorno

san francesco d'assisi pastore e martire