Questo sito utilizza i cookie. Utilizziamo i cookie per permettere una migliore esperienza di navigazione. Cliccando ok, continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie. Per saperne di più

di Emanuele di Santo

Il 22 febbraio 1300 papa Bonifacio VIII istituì il primo Giubileo universale della cristianità. Ma le sue origini sono molto più antiche: già il popolo ebraico, seguendo le norme stabilite nella Bibbia – al capitolo 25 del libro del Levitico –celebrava ogni cinquanta  anni un anno sabbatico eccezionale, in cui persino la terra doveva riposare restando incolta e si prescriveva la remissione dei debiti e il riscatto degli schiavi.

Dal nome della tromba con cui si inaugurava solennemente quest’anno –yôbel – deriva il termine giubileo.

Nella fede cristiana il Giubileo è uno speciale anno  di grazia e di perdono che si celebra, ordinariamente, ad ogni quarto di secolo, con lo scopo di prolungare gli effetti spirituali degli eventi storici della salvezza, operata da Cristo: l’Incarnazione e la Redenzione.

Il significato principale dell’anno giubilare è quello della remissione: esercitando in maniera particolarmente solenne il potere di rimettere i peccati, dato da Cristo a san Pietro e ai suoi successori, il papa concede ai fedeli, che abbiano adempiuto le condizioni prescritte, l’indulgenza plenaria, cioè la remissione totale della pena dovuta per i peccati.

Commessa una colpa, il cristiano pentito che va a confessarsi ottiene il perdono, ma resta la necessità di riparare, in questa vita o nell’altra, l’offesa recata alla bontà e alla giustizia di Dio e alla santità della chiesa. Con il dono dell’indulgenza viene così applicato al peccatore, ancora in vita o all’anima in purgatorio, il tesoro di grazia costituito dai meriti di Cristo, della beata Vergine e dei santi.

Per ottenere l’indulgenza, il fedele deve compiere un autentico percorso di conversione  e impegnarsi nel bene: a questo giovano i pellegrinaggi alle principali basiliche con il passaggio della Porta Santa e la ricezione dei Sacramenti; le opere di penitenza e di carità.

Emanuele di Santo

Orario delle  Messe Festive

 Estive

Ore  8,15- Chiesa di S. Giovanni

Ore  9,45 Chiesa di San Francesco Matini

Ore 18.30 Chiesa Madre

  orario feriale

Ore  18,30 in Chiesa Madre

 *Orario dal  16-07-2019

Santo del giorno

san francesco d'assisi pastore e martire