Questo sito utilizza i cookie. Utilizziamo i cookie per permettere una migliore esperienza di navigazione. Cliccando ok, continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie. Per saperne di più

di Giulietta Milio

Comunemente si pensa al Giubileo come ad un evento di carattere strettamente religioso, un tempo di grazia particolare, di conversione, di riconciliazione, di speranza. Effettivamente la valenza spirituale è quella più rilevante ma non  è difficile rendersi conto che il Giubileo di Ficarra è  un fatto storico di grande portata, un evento culturale di straordinaria importanza che interessa l’intera società civile, credente e non credente. E ciò per tanti motivi. Provo ad indicarne alcuni.

Il Giubileo è, prima di tutto, una occasione per approfondire la conoscenza della realtà giubilare e di tutto quanto è ad essa correlato; è un invito per tutti alla riflessione, alla riscoperta di valori universali. E’ una opportunità per rivisitare i luoghi della fede e dell’arte.

La straordinarietà dell’evento fa presumere che flussi di pellegrini convergeranno a Ficarra e, attraverso un adeguato coinvolgimento delle comunità ecclesiali locali, in tutti i paesi della Diocesi di Patti. Sarà possibile, allora, apprezzare tutto quel patrimonio di cultura e di opere d’arte che è racchiuso nella miriade di chiese e di santuari che, da sempre, hanno svolto un ruolo culturale di primo piano e che possono costituire una sorta di rete di interconnessione tra i vari centri della Diocesi, consentendo di attuare un piano sinergico di valorizzazione e di effettiva fruibilità dei beni culturali presenti in abbondanza nel territorio diocesano.

La rassegna di ori, argenti, sculture lignee e paramenti sacri, unitamente a tutte le altre proposte culturali che vanno dall’Esposizione Nazionale d’Arte Contemporanea al Premio di pittura contemporanea, dalle mostre fotografiche al Premio Regionale di fotografia, dallo Spettacolo di poesia e musica sulla Vergine  alle rassegne teatrali  e alle manifestazioni musicali fanno sì che i flussi di pellegrini si integreranno e si intrecceranno con il turismo culturale vero e proprio che, certamente, l’evento Giubileo richiamerà e che potrà fruire anche dei numerosi musei presenti sul territorio.

Il Giubileo, quindi, potrà rappresentare una opportunità unica per il rilancio del territorio, un elemento fondamentale sul quale costruire le future prospettive di sviluppo.

Giulietta Milio

Orario delle  Messe Festive

 

Ore  8,15- Chiesa di S. Giovanni

Ore  9,45 Chiesa di San Francesco Matini

Ore 11,00 Chiesa della Badia

Ore 17.30 Chiesa Madre

  orario feriale

Ore  17,00 in Chiesa Madre

 *Orario dal  04-11-2018

Santo del giorno

san francesco d'assisi pastore e martire